Blog > Quando la spiritualità diventa dipendenza?

Quando la spiritualità diventa dipendenza?

E’ concetto assai complicato quando gran parte delle persone, sono estranee alla spiritualità, anzi alcune la negano completamente.

Eppure, nel mondo esistono persone che arrivano agli opposti, andando alla ricerca costante di un qualcosa, mancando totalmente dell’approccio nella vita completa.

Si fanno corsi di tutti i generi, esperimenti di tutti i tipi.
Ci si chiude in casa per meditare ore ed ore, per raggiungere quell’amore completo che abbiamo sempre ricercato, quell’amore che alla fine, puoi ritrovare negli sguardi di tua figlia o facendo pace con i tuoi cari.
E come puoi raggiungere l’illuminazione se ciò che ti ha mandato Dio non riesci nemmeno a vederlo?

Quando questa scelta diventa dipendenza?
Quando inizi a pensare che senza di essa non puoi esistere, non puoi vivere. Che senza silenzio non è possibile evolverti.
Al posto di essere UN ALIMENTO che completa la tua vita diventa LA TUA VITA.

Così passi da un corso all’altro, con la fame la sete che ti dia quella sensazione in più, quella competenza in più, quel sensore in più sull’aspetto eterico.
“Voglio sentire di più” “Voglio diventare più consapevole”
Ma questo non ti accorgi che altro non è che un’ulteriore esigenza del tuo EGO?
Basterebbe soffermarsi su se stessi, sui propri limiti ed accettare completamente che hai delle resistenze a vivere la tua vera quotidianità.

Questo è.
Avrai anche smesso di fumare, avrai anche iniziato a fare una vita più sana e completa
ma se “l’osessione” della pratica diventa un ipedimento alla tua evoluzione altro non la distingue da una canna o da un bicchiere di vino.

Barbara Ceccato - P.I. 12415430961

Privacy and Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.
OK