Blog > Il sesso

Il sesso

La sessualità è una tematica delicata di cui molti hanno timore a parlare, soprattutto dell’aspetto della masturbazione in ambito femminile.
Noi tutti ormai sappiamo, come questi retaggi, soprattutto in età adolescenziale ci hanno creato dei veri e propri blocchi.
Blocchi nel ricevere la sessualità maschile, blocchi nel raggiungere l’orgasmo, blocchi nel atto masturbatorio.

La testa, la mente, spesso ci fa da “portale” inconscio creando dei veri e propri disequilibri a livello energetico.
Parla spesso, ci boicotta e ci fa arrivare pensieri negativi che possono impedire l’approccio di apertura e di fiducia alla vita.

Qui parliamo del disequilibrio di due chakra nello specifico: Muladhara e Sadhisthana.
Nel primo chakra, Muladhara, connesso alle nostre radici, ad i nostri istinti primordiali e al radicamento, troviamo il nosto stato di “presenza”.
Le nostre radici sono connesse con il nostro senso di appartenenza su questa terra, l’essere vivi nel “qui e ora”.

Sadhisthana nello specifico è il chakra connesso agli organi sessuali, alla propria creatività, essa intesa come senso di procreazione e di nascita alla vita.

Se una persona donna vive uno stato di disagio all’orgasmo, nel vivere l’atto della masturbazione, probabilmente, può rappresentarsi un senso di vergogna o di divieto che ha accumulato a livello inconscio. Creando quindi uno squilibrio al secondo e primo chakra.
Ciò può comportare ad avere uno stato mentale troppo alto, all’incapacità di lasciarsi trasportare nell’atto sessuale e di gestire “mentalmente” quello che sono le proprie emozioni.
Se un genitore per anni ha ripetuto al proprio figlio che l’atto sessuale o l’atto masturbatorio è sporco esso/a vivrà con disagio quello che sono le tematiche di tipo sessuale o adirittura, arrivando all’opposto ovvero, trasparendo con una sessualità più forte del normale, portando a un disequilibrio di un apertura del secondo chakra.

Perché non vi esiste solamente uno squilibrio legato alla chiusura del chakra ma anche uno squilibro legato alla troppa apertura.

Ci sono donne che vivono l’orgasmo solamente quando riescono a prendere il controllo della situazione, ovvero stando sopra l’uomo.
Questo la fanno sentire al sicuro, più centrata mentalmente, senza preoccuparsi del ricevere e del lasciarsi andare totalmente da parte del partner, di fidarsi di lui insomma.
Niente di male penserete, ma questo come si riflette sulla vita quotidiana?
La donna in questione, porta con sé una dinamica di controllo delle proprie emozioni e di un vero e proprio blocco nel ricevere dalla parte maschile (energeticamente parlando), questo può compromettere problematiche di tipo economico, lavorativo ed affettivo, perché solamente bilanciando l’energia maschile e quella femminile che noi riusciamo a costruirci un flusso energetico continuo che va a darci energia e a rilasciare energia.
Quando i chakra sono in disequilibrio, il malessere interiore può manifestarsi sottoforma di sintomo, ovvero di malattia.
candida, vaginite, assenza del ciclo mestruale ecc… il corpo in quel momento ci sta semplicemente comunicando che sta soffrendo e che vuole essere ascoltato, percepito e rispettato.
Quando tutti noi stiamo bene il nostro corpo riflette emanando benessere non malessere.

Se tutti gli elementi della nostra vita sono in ordine, quando si cela ogni senso di vergogna, pudore o blocco che la nostra società ci ha creato, può sciogliersi come neve al sole, riflettendosi in modo positivo
sulla nostra esistenza.
La psicoterapia può essere un valido strumento di lavoro interiore, ma non permette l’ascolto energetico nella sua totalità.
O meglio, l’ascolto del proprio corpo, delle proprie emozioni, avviene facendo emergere quelle tematiche di sofferenza che abbiamo accumulato nell’arco della nostra esistenza. Spesso queste tematiche vengono rimosse e dimenticate dalla persona
ma con una buona costanza di ascolto e di meditazione possono emergere ed essere elaborate.

Tutto questo è frutto delle nostre esperienze, del nostro lavoro che in qualche modo ci è servito ad imparare cose nella nostra vita che ci hanno fatto da Maestro.
Riconosciamo la nostra autostima, riconosciamo la nostra femminilità, riconosciamo lo scambio energetico e spirituale che può esserci tra un uomo ed una donna.
Questo non significa necessariamente che siamo aperte a ricevere solo l’orgasmo maschile, ma che siamo aperte alla commutazione di dialogo, fiducia e amore.

Aprirsi all’amore è un processo assai difficile, perché inanzitutto parte da te stessa.
Ed il lavoro di dialogo con un terapeuta può essere certamente di aiuto, per comprendere le proprie dinamiche, le proprie ripetizioni, ma la percezione del tuo valore è prettamente legata al tuo “sentire” e questo non può
essere possibile solamente attraverso un dialogo a livello mentale.
Una persona esterna può farti comprendere che il tuo atteggiamento, la tua strada, le tue ripetizioni sono lontane da ciò che cerchi, ma affinchè non è il tuo corpo, la tua Anima a comprendere ciò che realmente stai facendo alla tua vita, il copione si tende a ripetersi.

Il nostro ambiente, le nostre relazioni, sono lo specchio di ciò che noi pensiamo di noi stessi
ed una volta che comprendiamo che possiamo realmente realizzarci dandoci valore, il nostro ambiente cambierà di conseguenza.
Gli uomini di cui ci innamoriamo saranno disposti a darci realmente amore e rispetto e di conseguenza ad avere un rapporto sano e profondo a livello sessuale e di crescita spirituale.

Quello che vorrei trasmettere a tutte voi è che non esistono persone sbagliate, sono solamente lo specchio di ciò che noi pensiamo di noi stesse.
E solamente noi siamo le artefici della nostra vita, delle nostre realazioni e del nostro “meritare” un orgasmo.

Tutti noi possiamo darci il valore che meritiamo dopo tutte le dinamiche accadute nella vita
Perché tutti noi meritiamo di essere realmente felici.
Basta iniziare a lasciar andare, poco a poco, il giudizio tremendo che abbiamo immagazzinato nel nostro storico e ad aprirci con sincerità alle nel nostre paure, i nostri blocchi con il proprio partner.

 

 

Barbara Ceccato - P.I. 12415430961

Privacy and Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.
OK